Archivio

Nel 2010, è confluito in istituto il patrimonio archivistico della ex Federazione del Pci e di una piccola parte di quello della Dc, Partito popolare italiano e Margherita. Ciò ha permesso all’Istoreco di diventare un luogo di raccolta di qualunque tipo di materiale sulla storia contemporanea locale, in tutta la sua articolazione e complessità e di corrispondere ad una delle maggiori finalità presenti nello Statuto. L’istituto, quindi, si pone come obiettivo quello di raccoglie, conservare e rendere fruibile documenti non solo della città di Livorno ma dell’intero territorio provinciale, sottraendoli da irreversibili e definitive dispersioni.

Vedi l’iniziativa adotta un archivio

Donazione delle carte

L’Istituto è dunque molto interessato ad acquisire altri fondi archivistici di partiti politici, associazioni, enti, soggetti privati che intendono conservare le proprie carte, ma non hanno disponibilità di spazi e risorse tecniche o di personale.

Vedi l’iniziativa La storia sei anche tu

I nostri fondi

Di seguito trovate il dettaglio dei vari fondi già acquisiti e dei progetti di acquisizione e riordino attualmente in corso.

Archivio privato di Bruno Bernini

Nel 2013 l’Istoreco ha arricchito la propria raccolta con le carte di Bruno Bernini, figura di spicco nelle vicende politiche nazionali ed internazionali. L’archivio conserva diverse tipologie documentarie relative all’attività politica del Deputato databili tra il 1950 ed il 2004: corrispondenza, manoscritti, taccuini, materiali preparatori per interventi e pubblicazioni, testi di conferenze e discorsi, ritagli di giornale,…

Read more

Raccolta iconografica. I manifesti di Oriano Niccolai

Il materiale iconografico conservato dall’istoreco è costituito in gran parte dalla produzione grafica realizzata da importanti personalità aderenti al Partito comunista quali, ad esempio, Stefano Rovai e Bruno Magno, proveniente dalle sedi di Firenze, Modena, Bologna, Torino, Milano, e in grandissimo numero, Roma. Ma è sicuramente l’opera di Oriano Niccolai – realizzata sia per Livorno sia per altri centri della…

Read more

Gli archivi del movimento cattolico livornese

Il progetto per il recupero, il riordino e la valorizzazione degli archivi del movimento politico cattolico nella provincia di Livorno (1944-1994) (a cura di Gianluca della Maggiore, Istoreco, e Patrizia Severi, Istituto Sturzo) Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’ISTORECO e l’Istituto Luigi Sturzo di Roma e si pone l’obiettivo di condurre un intervento di…

Read more

Il Fondo Partito Socialista – Massimo Bianchi

Si tratta di una raccolta donata all’Istoreco nel 2012 da Massimo Bianchi, figura di spicco del Partito socialisista livornese, concernente materiale legato al Partito socialista di Livorno, con carte, stampati, libri che aiutano la ricostruzione di questa vicenda dal dopoguerra al suo scioglimento. Per questo fondo l’Istoreco si sta impegnando per trovare sul territorio e…

Read more

Piccoli fondi di persona: Nelusko Giachini, Valchiria Gattavecchi, Danilo Conti

All’Istoreco sono afferiti anche fondi di personalità del mondo comunista livornese, in particolare il fondo Nelusko Giachini,partigiano, deputato e segretario di federazione, le carte di Valchiria Gattavecchi, partigiana e dirigente del Pci e due buste che riguardano la biografia di Danilo Conti, esponente di spicco del movimento sindacale livornese e nazionale.Questi fondi sono in attesa di riordino e…

Read more

Archivio storico fotografico

L’Istoreco è impegnato nel reperimento e nella conservazione di raccolte, fondi e collezione fotografiche. Al momento sono conservati nell’Archivio istoreco l’Archivio fotografico del Partito comunista (federazione di Livorno), le fotografie del Fondo Nelusko Giachini e la raccolta di riproduzioni digitali di fotografie e stampe su Livorno tra ‘800 e ‘900 donata all’Istituto da Giancarlo Sandonnini.…

Read more

Archivio Martino Morganti (1933-1999)

L’Istoreco conserva anche l’archivio di Martino Morganti, insegnante di diritto canonico e liturgia allo Studio Teologico Francescano di Fiesole e nel Seminario Maggiore di Firenze e dirigente per circa 10 anni della rivista francescana Studi Francescani. Nel 1969 dà vita al primo caso di “Piccola Fraternità” di frati operai, lavorando prima come operaio ad un distributore di…

Read more